Assisi: cosa vedere e mangiare, dove dormire. Guida completa


Se volete sapere cosa vedere ad Assisi, la città di San Francesco e Santa Chiara, siete nel posto giusto. Nel nostro nuovo articolo vi andremo a presentare questa incantevole città ricca di storia nel cuore dell’Italia centrale.
Incastonata nello splendido paesaggio umbro, Assisi è situata sul versante nord-occidentale del Monte Subasio e dalla sua posizione rialzata si impone sulla bellissima Valle Umbra settentrionale, a pochi chilometri dal capoluogo di Perugia.

L’origine della città è antichissima: basti pensare che gli storici parlano di tracce di presenza umana nel territorio addirittura dal Neolitico. È nel XIII secolo però che si rintracciano i segni più profondi della storia assisiate: nascono qui, infatti, San Francesco e Santa Chiara, due simboli del rinnovato Cristianesimo che lasciano tracce indelebili nella Chiesa e, chiaramente, ad Assisi.
Nelle prossime righe troverete tutte le informazioni turistiche principali per immergervi in questo clima spirituale e senza tempo senza perdervi le meraviglie architettoniche, artistiche ed enogastronomiche che hanno stupito e che continuano a stupire. In due paragrafi introduttivi, ovvero “Assisi: cosa vedere in un giorno” e “Assisi: cosa vedere in due giorni” vi proporremo le principali attrazioni e gli itinerari più suggestivi da seguire. Quindi andremo a vedere come arrivare ad Assisi, cosa mangiare, dove dormire, quali sono i migliori tour di Assisi e le migliori guide di viaggio su Assisi. Dunque, partiamo.

Come arrivare ad Assisi

La città, dicevamo, si trova nel cuore dell'Umbria a 26 chilometri da Perugia. Guardiamo qui nel dettaglio tutti i modi per arrivare ad Assisi in base al mezzo di trasporto con il quale preferite recarvi.

Come arrivare ad Assisi in auto

Viaggiando in auto, per chi proviene da nord l’ideale è prendere l’autostrada A14 ed uscendo a Cesena proseguire in direzione Perugia (E45) fino ad arrivare all’uscita Assisi. Per chi arriva da sud, l’uscita dell’autostrada A14 da prendere è quella di Civitanova Marche da cui poi proseguire in direzione Foligno-Perugia fino ad Assisi. Per chi invece viaggia sull’autostrada del sole da nord si consiglia l’uscita A1 di Valdichiana da cui prendere la superstrada SS75bis che prosegue verso Perugia-Assisi. Da Roma e verso nord, infine, l’uscita migliore è ad Orte, collegata poi alla SS204 e dunque alla E45 fino a Perugia e dunque Assisi.

Come arrivare ad Assisi in treno

In treno la stazione di riferimento per Assisi è Santa Maria degli Angeli, collegata al centro della città da un autobus (circa 20 minuti di viaggio). Dal lato ovest, scendendo da nord si passa per Firenze prendendo uno dei dieci treni giornalieri per Terontola da cui parte un treno di collegamento per Assisi/Santa Maria degli Angeli. Da sud, passando per Roma, la linea che lega la capitale ad Ancona ferma a Foligno, quindi proseguire sulla coincidenza per Santa Maria degli Angeli o da qui prendere direttamente un autobus.

Come arrivare ad Assisi in aereo

Se vi interessa sapere come arrivare ad Assisi in aereo, invece, dovete sapere che le destinazioni principali sono Roma, Pisa e Firenze, tutte e tre ben collegate ad Assisi. L'aeroporto più vicino è sicuramente quello di Perugia, ma si tratta di uno scalo abbastanza piccolo e con collegamenti limitati.

Assisi: cosa vedere in un giorno

Che sia un'uscita domenicale, una gita fuori porta o una tappa all'interno di un viaggio più lungo, se la vostra prossima destinazione 'mordi e fuggi' è Assisi, ecco cosa vedere in un giorno, ovvero le principali attrazioni da non perdere nella città umbra condensate in poche ore ed a poca distanza l'una dall'altra.

Se ad Assisi chiedete cosa vedere, tutti vi diranno sicuramente che la partenza d'obbligo è dalla Basilica di San Francesco, di cui parleremo in modo più approfondito qui di seguito. Dopo la visita alla basilica, si prosegue in via San Francesco fino alla medievale Piazza del Comune attorno a cui spicca il Tempio di Minerva, un gioiello d'arte antica che risale addirittura al I secolo a.C.. Scendendo a destra una volta usciti dalla piazza ci si trova di fronte alla Chiesa Nuova, realizzata nel '600 proprio sulla casa natale di San Francesco, da cui poi si arriva all'Oratorio di San Francesco Piccolino (dove nacque il Santo secondo la leggenda) e percorrendo Corso Mazzini si arriva fino a Piazza Santa Chiara, dominata dall'omonima Basilica di Santa Chiara che consigliamo di visitare.

Basilica di San Francesco ad Assisi

Costruita nel XIII secolo, la Basilica di San Francesco di Assisi è costituita da due parti completamente differenti ma complementari: la Chiesa Inferiore e la Chiesa Superiore. Solitamente la visita inizia dalla Chiesa Inferiore dove in fondo alla navata si ammira la cappella di Santa Caterina camminando tra le meravigliose cappelle laterali dipinte da artisti del calibro di Giovanni da Cosma e Taddeo Gaddi. La navata, poi, è una vera e propria opera d'arte: tra gli affreschi di vari artisti, spiccano i lavori di Giotto e della sua scuola. Sopra l'altare maggiore, costruito in corrispondenza della tomba di San Francesco, ci sono quattro grandi affreschi in cui Giotto ha glorificato le virtù fondamentali della Regola francescana: povertà, obbedienza e castità. Da qui si può poi scendere nella cripta dove è custodita la salma del Santo, quindi proseguire con la visita alla Chiesa Superiore, famosa con la sua facciata gotica. All'interno gli affreschi narrano il Vecchio ed il Nuovo Testamento, la cui attribuzione è ancora incerta. Le pareti inferiori invece sono opera di Giotto e della sua scuola.

Basilica di Santa Chiara ad Assisi

La Basilica di Santa Chiara venne costruita dopo la morte della Santa, tra il 1257 ed il 1265, e le sue spoglie vennero traslate già nel 1260, anche se la consacrazione solenne avvenne nel 1265. In stile gotico, ricorda la Chiesa Superiore della Basilica di San Francesco. All'esterno sono caratteristici i tre grossi contrafforti a forma di ampi archi che rinforzano la struttura, mentre all'interno la chiesa è a croce latina con navata unica. Oltre alla salma della Santa e molte reliquie importanti, qui è custodito il crocifisso ligneo che sempre secondo la leggenda parlò a San Francesco.

Assisi: cosa vedere in due giorni

Se invece avete un po' più di tempo da spendere ad Assisi, ecco cosa vedere in due giorni. Oltre al tour consigliato in precedenza per le vie del centro quindi, vi consigliamo di non perdervi la Cattedrale di San Rufino e la visita alla Rocca Maggiore, luogo ideale soprattutto per gli amanti della fotografia. Un'idea originale, invece, è il giro completo delle mura medievali ed il varco delle 7 porte che danno accesso alla città.

Cattedrale di San Rufino ad Assisi

San Rufino fu vescovo, martire e quindi patrono della città di Assisi. La Cattedrale è il principale luogo di culto della città ed al suo interno, stile cinquecentesco, sono custoditi una cisterna romana, che fu la fonte battesimale dove vennero battezzati Francesco e Chiara, e la meravigliosa cripta della Basilica Ugoniana risalente al XII secolo. La conformazione interna che ammiriamo oggi si deve all'importante lavoro di ristrutturazione fatto nel 1571 su progetto di Galeazzo Alessi.

Rocca Maggiore di Assisi

La Rocca Maggiore domina dall'alto la città di Assisi e la valle del Tescio. Ancora oggi si possono ammirare le mura difensive intatte che legano la Rocca Maggiore a quella Minore. Si tratta di un'imponente fortezza medievale, fu fatta costruire nel 1365 dal cardinale Egidio Albornoz e nei suoi saloni ospita spesso ricostruzioni e rappresentazioni della vita medievale. Si raggiunge a piedi attraverso la porta Perlici e vista la sua posizione consente di ammirare la città di Assisi e tutta la vallata con scenari che gli amanti della fotografia apprezzeranno sicuramente.

Cosa mangiare ad Assisi

Il settore enogastronomico è diventato negli anni un altro dei cardini della proposta turistica della città di Assisi e, più in generale, di tutto il contesto regionale umbro. Sempre di più questi territori sono meta di turisti che si spostano appositamente per mangiare nei ristoranti tipici le prelibatezze tradizionali. Ad Assisi dunque vi consigliamo di mangiare il classico tagliere di salumi e formaggi della zona, accompagnati come antipasto dalle bruschette nella variante al tartufo che qui sono una vera specialità. Tra i primi piatti domina la pasta fatta in casa, con gli strangozzi, gli umbricelli ed i passatelli. Per quanto riguarda i secondi piatti, invece, la lista sarebbe fin troppo lunga: dalla cacciagione all'immancabile porchetta, quasi un piatto nazionale umbro, quindi le carni eccezionali di buoi e maiali neri. Consigliato il piccione alla ghiotta, ma anche le costarelle alla graticola.
l tutto ovviamente condito con gli oli pregiati di questi territori ed accompagnati dai formaggi ed uno dei migliori vini famosi in tutto il mondo. A tal proposito vi consigliamo alcune degustazioni di vini e formaggi ad Assisi.

Dove dormire ad Assisi

La proposta di alberghi, bed&breakfast, agriturismi e camere in affitto dove dormire ad Assisi è molto ampia e per tutti i gusti. Se amate la comodità non mancano gli hotel a pochi passi dal centro, se invece preferite dei contesti più tradizionali e tipici potete scegliere uno dei bellissimi agriturismi immersi nelle tipiche campagne umbre dove potervi godere momenti di relax, i profumi ed i colori di queste terre dopo aver visitato la città di Assisi.



Booking.com

I migliori tour di Assisi

Assisi, come accennato in apertura, propone tante attività diverse e stimolanti. Dal giro panoramico in ape calessino al tour a piedi passando per il giro in mongolfiera, le degustazioni e le visite guidate anche agli altri bellissimi paesi limitrofi, ecco una raccolta dei migliori tour di Assisi da non perdere.

Assisi: i migliori libri e guide di viaggio

Siamo arrivati alla conclusione del nostro articolo di presentazione di Assisi e cosa vedere. Prima di lasciarvi al vostro viaggio, però, ci sentiamo di consigliarvi anche alcune letture più approfondite per preparare al meglio il tour e la permanenza ad Assisi. Di seguito oltre alla guida specifica Lonely Planet molto apprezzata ed al volume Umbria di Touring Editore trovate una serie di libri e guide di viaggio da poter acquistare a prezzi vantaggiosi.

LEGGI ANCHE...

Uno dei quartieri più belli di Praga è sicuramente l’antico quartiere ebraico, noto anche come Josefov. È qui che il mistero e la magia della città ...
Se volete sapere cosa vedere ad Assisi, la città di San Francesco e Santa Chiara, siete nel posto giusto. Nel nostro nuovo articolo vi andremo ...
In questa guida sui Musei Vaticani vi porteremo alla scoperta del polo museale della Città del Vaticano. Furono fondati da papa Giulio II nel XVI ...