Mosca: cosa vedere e mangiare, dove dormire. Guida completa


Con la nostra ultima guida completa su cosa vedere a Mosca andremo alla scoperta della capitale della Russia, la nazione più vasta al mondo con un piede in Europa e l’altro in Asia ed una naturale vocazione alla grandezza che si ritrova tanto nella politica quanto in altri ambiti come l’architettura, le infrastrutture, la cultura, il turismo e molto, molto altro ancora. Mosca ne è una rappresentazione fedele e perfetta, anche se decisamente più avanzata e cosmopolita rispetto a gran parte del Paese, tant’è che secondo il report del MasterCard Global Destination Cities Index risulta essere al momento una delle destinazioni turistiche in più rapida crescita ed espansione. E non è un caso, perché come vedremo tra poco la lista dei consigli su cosa fare a Mosca è praticamente infinita, nonostante il meteo a Mosca non sia così favorevole e… “turistico” in diversi periodi dell’anno…

cosa vedere a mosca

Sviluppata su un’area di oltre 2560km e con più di 12 milioni di abitanti, Mosca è come detto capitale della Russia, ma anche città più popolosa del Paese e prima in Europa per popolazione e superficie, oltre che residenza di circa un decimo dei cittadini russi. Si piazza al decimo posto nella speciale classifica delle città più abitate al mondo e grazie al suo clima Mosca è anche la megalopoli più fredda del pianeta. Sorge sulle rive del fiume Moscova in un territorio compreso tra altri due fiumi importanti come l’Oka e, soprattutto, il Volga. Il primo riferimento storico su questa città è datato 1147. Fu capitale del Granducato di Mosca, poi del regno degli zar di Moscovia, quindi dell’Impero russo, dell’Unione Sovietica e infine, arrivando ai giorni nostri, sede del Governo e del Parlamento della Federazione russa.

Oggi Mosca è una città in continuo movimento, sia di notte che di giorno. Il peso di una grande storia e di una tradizione sovietica che a noi può sembrare distante si sta mescolando in modo efficace ad uno spirito più internazionale, moderno e dinamico che fanno della capitale della Russia una meta tutta da scoprire e che guarda sempre più ad un futuro a misura (anche) di visitatori, come dimostrano i piani per il rinnovamento degli spazi pubblici e di diverse aree degradate che sono già in fase avanzata. Ai tipici e affascinanti edifici storici, ai musei, i parchi, le grandi industrie ed i monumenti, si affiancano enormi grattacieli simbolo di una megalopoli sempre più moderna ed all’avanguardia.
Con questa guida, quindi, cercheremo come al solito di fare ordine e di raccontarvi nel dettaglio cosa vedere a Mosca per permettervi di programmare al meglio il vostro viaggio. Seguiremo il consueto schema che parte dalle info di base da conoscere prima della partenza (incluse le indicazioni sul clima di Mosca che influisce necessariamente sulla scelta di quando andare a Mosca), quindi vi forniremo tutte le indicazioni su come arrivare a Mosca e proseguiremo proponendovi alcuni dei migliori tour in italiano di Mosca per scoprire anche gli angoli più nascosti di questa magnifica città che noi di Giroposti.it riassumeremo in tre proposte che, di seguito, troverete evidenziate in questo modo: cosa vedere in un giorno a Mosca, cosa vedere in due giorni a Mosca e cosa vedere in tre giorni a Mosca.
Ma non ci fermeremo qui. Perché in un viaggio che si rispetti è fondamentale scoprire le tradizioni più profonde del luogo e quindi vi daremo anche i nostri consigli su cosa mangiare a Mosca e cosa comprare a Mosca, oltre chiaramente alle indicazioni fondamentali per capire quando andare a Mosca tendendo in considerazione un fattore che, come potrete immaginare, non può essere secondario: il meteo di Mosca. Non ci perdiamo quindi in ulteriori chiacchiere ed entriamo nel vivo della nostra guida completa
.

Come arrivare a Mosca

Prima cosa da fare quando programmate il vostro piano di viaggio è decidere come arrivare a Mosca.

In aereo si raggiunge facilmente in circa 3 ore di volo dai principali aeroporti italiani e praticamente da tutte le capitali europee. Gli aeroporti attivi a Mosca sono 5, di cui 4 commerciali. L’aeroporto di Sheremetyevo si trova a Khimki e dista circa 32km da Mosca, raggiungibile quindi in treno, con uno dei tanti bus o in taxi (con prezzi operativi fissi per la tratta). Dall’Italia vi atterrano diverse compagnie con partenze da Milano, Roma e Venezia. L’aeroporto Domodedovo è leggermente più distante (42km), ma comunque ben collegato con treni, bus e taxi e soprattutto riceve voli da un maggior numero di città italiane: da Milano a Bari passando per Olbia, Torino e molte altre. Vnukovo è il terzo maggior aeroporto della Russia (28km da Mosca) propone collegamenti anche con compagnie low-cost da Bari, Bergamo Orio al Serio, Pisa e Treviso. Infine l’aeroporto du Zhukovsky (36km) è al momento collegato solamente a Roma-Fiumicino.

Se non volete viaggiare in aereo e state cercando invece informazioni su come arrivare a Mosca in treno, dovete sapere che la capitale della Russia è molto ben attrezzata dal punto di vista ferroviario ed ospita diverse stazioni. Non a caso anche per gli abitanti di Mosca il treno è la modalità predominante di trasporto interurbano. La Belorussky è una della stazioni più frequentate e belle della città, collegata a Nizza da un treno che effettua diverse fermate in Italia (Bolzano, Verona, Milano, Genova, Ventimiglia e non solo). Ma molto importanti sono anche le stazioni Kazansky, Kiyeavsky, Kursky, Leningradsky e altre ancora. In generale tutte le capitali europee sono ben collegate e a Mosca le stazioni nella zona centrale della città sono diverse e vicine alla metropolitana e servite dagli altri mezzi pubblici. È sicuramente sconsigliato recarsi a Mosca in auto per diversi motivi: dal complesso sistema stradale d’ingresso (anche se ottimamente organizzato) ai segnali stradali difficili da comprendere, passando per il traffico comunque pesante (si stimano circa 3 milioni di veicoli al giorno) e le difficoltà dovute al meteo di Mosca che complicano ulteriormente la guida, soprattutto se non si ha grande esperienza in tali condizioni. Molto meglio affidarsi ad esempio ai bus, con la stazione centrale di Mosca situata nei pressi della stazione della metropolitana di Shcholkovskaya.

Detto dunque che la soluzione migliore per arrivare a Mosca dall’Italia è rappresentata dall’aereo, vogliamo ulteriormente rassicurarvi sugli spostamenti interni perché il sistema è molto ben organizzato con numerosi tram, un sistema monorotaia, il sistema ferroviario di superficie, la cabinovia, car sharing e bike sharing molto in voga e soprattutto la metropolitana. Quest’ultima, in particolare, è una delle più grandi del mondo oltre che la più frequentata in Europa e la quarta più frequentata in tutto il pianeta, ma non solo. È famosissima, infatti, anche per la sua architettura molto ricca nelle circa 200 stazioni, con alcune che sono degli autentici capolavori da visitare al pari di musei e altri edifici storici.

Informazioni prima della partenza

Dai primi anni del 2000, Mosca sta vivendo un importante rilancio che sta ridisegnando il profilo della città. Molti edifici sovietici ormai obsoleti hanno fatto spazio a centri finanziari e spettacolari grattacieli, i servizi sono stati nettamente migliorati ed in generale si è già trasformata (e lo sarà comprensibilmente sempre di più, pur non perdendo contatto con la tradizione) in una città lontana dallo stereotipo delle costruzioni sovietiche e post-sovietiche molto fredde.
Almeno dal punto di vista architettonito, perché come detto il clima a Mosca rimane un fattore da considerare attentamente al momento di programmare quando andare a Mosca. Se per voi è complicato resistere alle temperature rigide invernali della capitale della Russia, infatti, ci sono periodi in cui il meteo di Mosca si fa comunque più mite e gradevole anche per i non abitanti di Mosca abituati al grande freddo. Anche se il fascino del Cremlino innevato è qualcosa per cui vale la pena intraprendere questo viaggio, nonostante le temperature.

Il meteo a Mosca

In generale il clima a Mosca è di tipo continentale con inverni lunghi e gelidi ed estati miti o calde ma in modo moderato, anche se in alcune giornate possono essere molto calde. La prima neve cade ad ottobre (in alcuni casi anche a fine settembre) e le temperature possono scendere sotto lo zero fino a maggio. A causa del grande freddo, però, il meteo di Mosca solitamente non dà spazio ad abbondanti nevicate, bensì ad un più frequente nevischio continuo con un cielo grigio. L’estate va sostanzialmente da giugno ad agosto con temperature medie simili a quelle di altre capitali come Parigi e Berlino, ma con possibilità di variazioni anche notevoli.
Andando quindi a sintetizzare per cercare di capire quando andare a Mosca, possiamo dire che i mesi migliori sono sicuramente maggio, giugno e settembre (luglio ed agosto sono i mesi più piovosi dell’anno oltre che instabili). Per chi volesse invece visitare la capitale della Russia innevata e quindi nei mesi di pieno inverno, il consiglio è di informarsi in modo approfondito sull’attrezzatura da portare e le precauzioni da adottare. Quando prevalgono le correnti dalla Siberia, resistere ai -25 °C (e in alcuni casi addirittura -40 °C!) non è per tutti.
Presi tutti gli appunti? È il momento di andare a scoprire cosa vedere a Mosca e come anticipato, andremo ora a proporvi le nostre tre soluzioni per non perdervi il meglio della città: cosa vedere in un giorno a Mosca, cosa vedere in due giorni a Mosca e cosa vedere in tre giorni a Mosca.

Mosca: cosa vedere in un giorno

A meno che non abbiate molto tempo (e denaro) a disposizione, visitare tutto ciò che Mosca ha da offrire è praticamente impossibile. Per la vastità del territorio, ma anche per i tanti punti d’interesse sparsi in tutta la città. Ecco perché è necessario stilare un itinerario di viaggio ben calibrato e programmare nei dettagli il proprio viaggio. Partiamo quindi con i nostri consigli ed andiamo a scoprire cosa vedere in un giorno a Mosca.

Cremlino e Piazza Rossa

Al primo posto nella lista di cosa vedere a Mosca non possiamo far altro che citare il cuore pulsante della vita turistica (ma anche per gli abitanti di Mosca) della capitale della Russia. Che è tra l’altro un perfetto esempio di come sia concretamente complicato visitare tutta questa città, in termini di tempo. Stiamo parlando del Cremlino (Patrimonio dell’umanità UNESCO dal 1990) e della Piazza Rossa, che per importanza ed imponenza meriterebbero forse giorni e giorni di visite approfondite per riuscire a vedere tutto quello che questa zona offre. Il Cremlino (il cui termine corrispondente in italiano sarebbe fortezza) è il centro geografico oltre che storico di Mosca ed al suo interno hanno sede le istituzioni governative russe ed i più importanti complessi artistici e storici della nazione. Tre cattedrali, due chiese, un’armeria enorme, il Palazzo del Senato ed il campanile di Ivan il Grande sono solo alcune delle cose da vedere a Mosca all’interno delle mura del Cremlino che si sviluppano per circa 2235 metri. Allo stesso modo la Piazza Rossa, la principale piazza di Mosca adiacente al muro Orientale del Cremlino, è un altro luogo in cui si condensa molta storia russa. Per questo motivo è meglio affidarsi ad una guida privata con un tour in italiano di Mosca per poter comprendere al meglio questi luoghi così carichi di fascino e storia.

Cattedrale di San Basilio e GUM

Restiamo nella stessa zona, ma meritano una menzione a parte altre due attrazioni collegate alla Piazza Rossa. La cartolina per eccellenza della capitale della Russia è la Cattedrale di San Basilio (anch’essa ptrionio dell’umanità UNESCO), eretta a metà del 1500 proprio sulla Piazza Rossa. Con le sue forme, i suoi colori e gli interni straordinari è tappa d’obbligo in un vaggio a Mosca. Così come, poco distante, non ci si può perdere una visita al centro commerciale GUM, un imponente edificio di circa 80.000 m2 di superficie suddivisi in tre gallerie coperte per tre piani di altezza. Non inganni il nome, perché in realtà è tutt’altro che un semplice centro commerciale per chi sta cercando cosa comprare a Mosca, tra boutique e grandi firme. Si tratta bensì di un vero e proprio monumento da inserire nella lista di cosa vedere a Mosca.

Mosca: cosa vedere in due giorni (secondo giorno)

Continuiamo il nostro viaggio e per chi ha la possibilità di fermarsi per più di un solo giorno, ecco i nostri consigli su cosa vedere in due giorni a Mosca.

Teatro del Bolshoi

Detto del Cremlino, quindi la Piazza Rossa, la Cattedrale di San Basilio e il centro commerciale GUM, è impossibile escludere dal tour una visita al famosissimo Teatro Bolshoi. Inaugurato nel 1780, quindi incendiato nel 1805 e di nuovo riaperto nel 1825, a suo tempo era il teatro più grande del mondo ed oggi uno dei dieci più famosi in tutto il pianeta. Assistere ad uno spettacolo qui può risultare molto costoso, per cui vi consigliamo un tour in italiano di Mosca che comprende una guida privata per una visita indimenticabile dietro le quinte di questo teatro spettacolare.

Metropolitana di Mosca

Contrariamente a quanto si consiglierebbe in altre città anche molto importanti in giro per il mondo, una cosa da fare a Mosca ad ogni costo è il tour delle stazioni della locale metropolitana. Lo abbiamo accennato in precedenza, ma lo ribadiamo. Questa infatti è molto più di un sistema di trasporto efficiente ed all’avanguardia: per molti è la metropolitana più bella del mondo, di sicuro è una straordinaria galleria d’arte sotterranea da visitare.

Mosca: cosa vedere in tre giorni (terzo giorno)

Ma c’è di più e per tutti i gusti. Lo andiamo quindi a scoprire proponendovi cosa vedere in tre giorni a Mosca.

Tour di Mosca in barca

Come detto Mosca sorge sulle sponde del fiume Moscova che dalle sue acque offre una visuale spettacolare e privilegiata delle principali attrazioni in città. Anche per evitare il traffico di turisti (ma pure degli abitanti di Mosca e dei tanti pendolari), la scelta di un tour in italiano di Mosca in barca è un ottimo modo di scoprire angoli nuovi della città in completo relax.

Torre della Federazione

E parlando di visuali spettacolari è impossibile non citare la Torre della Federazione, un complesso di grattacieli nel moderno Centro internazionale di affari di Mosca. La Torre Est è quella più alta con i suoi 94 piani in superficie (e 3 sotto terra) e dall’89° piano (visitabile ed aperto ai turisti) lo spettacolo è semplicemente mozzafiato! All’interno della torre è possibile visitare inoltre la fabbrica di gelati più alta del mondo e si può pranzare nel ristorante più alto della città. Imperdibile.

Cosa mangiare a Mosca

Abbiamo accennato proprio qui sopra a gelati, pranzi e ristoranti. È il momento quindi di andare a vedere cosa mangiare a Mosca tra i tanti piatti tipici della tradizione russa. A partire da uno dei piatti forti, il Golubtsy, ovvero degli involtini di cavolo conditi con pomodoro o panna acida. Anche se di origine ucraina, è ormai un tipico piatto russo e tra i più gustosi da provare. Lo stesso dicasi per il Kotlety, ovvero delle polpette di carne di manzo o maiale che non possono mancare. Tra le tante zuppe, le più famose sono la Supcik e il Borsch. Oltre alle insalate, poi, anche il pesce è molto consumato ed apprezzato. Tra i dolci spiccano le tradizionali Syrniki, pancake fritti a base di ricotta e poi serviti in diverse varianti. E per concludere un bel bicchierino di vodka, il superalcolico per eccellenza in Russia ed in Polonia e tra i più conosciuti al mondo.

Dove dormire a Mosca

La città è una delle metropoli più vaste al mondo, gli abitanti di Mosca sono milioni e milioni, così come i turisti ed i pendolari. Fate molta attenzione quindi a scegliere dove dormire a Mosca, evitando quartieri poco raccomandabili o al contrario, se volete riposare con maggiore tranquillità, troppo immersi in luoghi ad alta concentrazione di traffico. Prestando particolare attenzione anche al budget, perché Mosca resta comunque una città molto, molto cara.
Una città che si sviluppa ad anelli concentrici con il Cremlino esattamente al centro, quindi le altre attrazioni principali. Kitai-Gorod è l’ideale per visitare la zona centrale e vi si possono trovare sistemazioni a buon prezzo. Si sale di livello, invece, a Tverskoy: area (centrale) dello shopping e distretto dei teatri, proprio vicino alla Piazza Rossa. Arbat è un’altra zona ben servita dalla metro, Partizanskaya è consigliata per chi non bada troppo al lusso e cercando dove dormire a Mosca vuole risparmiare qualcosina.



Booking.com

I migliori tour di Mosca

A Mosca la domanda e l’offerta turistica stanno aumentando in maniera vertiginosa, con guide esperte e specializzate che propongono a prezzi vantaggiosi tour in italiano di Mosca. Il modo migliore di visitare la città e non perdersi tra le tante attrazioni di questa capitale splendida.

Mosca: i migliori libri e guide di viaggio

E siamo giunti quindi alla conclusione della nostra guida completa su cosa vedere a Mosca con le informazioni ed i suggerimenti su cosa comprare a Mosca, i luoghi da visitare, dove dormire a Mosca ed i migliori tour giunge al termine. Prima di lasciarvi, però, vi proponiamo una serie di offerte sui migliori libri e guide di viaggio che vi daranno le ultime dritte su cosa fare a Mosca.