Musei Vaticani: come arrivare, cosa vedere e quanto costa. La Guida Completa


In questa guida sui Musei Vaticani vi porteremo alla scoperta del polo museale della Città del Vaticano. Furono fondati da papa Giulio II nel XVI secolo. Sono una delle raccolte d’arte più grandi del mondo e ospitano diverse opere d’arte: la Cappella Sistina, affreschi di Michelangelo e Raffaello. I Musei Vaticani ospitano numerosi turisti, circa sei milioni e mezzo, durante tutto l’anno. I Musei Vaticani ospitano quattro tipologie diverse di correnti artistiche: arte antica, arte medievale, arte rinascimentale, arte contemporanea.

Oggi sono una delle principali attrazioni di Roma e, come vedremo nel prossimo paragrafo riguardo alle informazioni su come arrivare ai Musei Vaticani, è meta di milioni di turisti all’anno. Se anche voi state cercando suggerimenti o consigli su cosa fare ai Musei Vaticani, quando andare ai Musei Vaticani e più in generale cosa devi sapere sui Musei Vaticani (incluso quanto costa il biglietto per i Musei Vaticani), vi consiglio di prepararvi a prendere appunti e continuare a scorrere questa nostra nuova guida su cosa vedere ai Musei Vaticani.

Come arrivare ai Musei Vaticani

Partiamo dalle indicazioni su come arrivare ai Musei Vaticani. Roma si può raggiungere facilmente da qualsiasi punto dell’Italia. Essendo la capitale dell’Italia, quasi tutte le città italiane hanno un collegamento diretto o meno con Roma, sia per quanto riguarda il treno che per quanto riguarda l’aereo.

Una volta arrivati a Roma, per raggiungere i Musei Vaticani avete ben quattro alternative:

  • metro, la linea A della metropolitana diretta verso Battistini, ha ben due fermate che portano ai Musei Vaticani, Ottaviano e Cipro;
  • bus, con la possibilità di scegliere ben 6 linee, 49 che ferma al piazzale antistante ai Musei, 32, 81, e 982 che fermano a Piazza del Risorgimento, 492 e 990 che fermato a Via Leone IV o Via degli Scipioni;
  • tram, con il numero 19 che ferma a Piazza del Risorgimento;
  • taxi, che porta alla stazione antistante ai Musei.

Informazioni prima della partenza

La prima cosa che devi sapere sui Musei Vaticani è che potresti trovare una lunga coda, ma il biglietto si può prenotare anche online, così da poter evitare le lunghe code. I prezzi dei Musei Vaticani sono abbastanza economici. Ma lo vedremo meglio più avanti, nella sezione dedicata appunto alle informazioni sui prezzi dei Musei Vaticani. Prima, però, ecco cosa devi sapere sui Musei Vaticani ed il tour guidato per preparare al meglio la vostra escursione:

  • l’ingresso ai Musei Vaticani è consentito solo se si è vestiti in modo decoroso;
  • borse, zaini e altri oggetti devono essere depositati nel guardaroba;
  • non sono ammessi ombrelli, bastoni, videocamere e cavalletti, ma solo le aste delle guide turistiche autorizzate;
  • devono essere consegnati coltelli, armi e materiali pericolosi, anche per le Forze dell’Ordine;
  • non si possono introdurre cibo e bevande;
  • si possono fotografare le opere, senza flash, ad eccezione della Cappella Sistina;
  • è vietato fumare all’interno dei Musei Vaticani;
  • sono ammessi i passeggini che saranno guidati dal personale lungo il percorso adatto a loro;
  • non sono ammessi animali ad eccezione dei cani guida per i non vedenti con guinzaglio e museruola.

Orari e giorni di apertura dei Musei Vaticani

I Musei Vaticani sono aperti dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 18.00 con l’ultimo ingresso alle ore 16.00 e uscita dalle sale prevista 30 minuti prima della chiusura. I Musei sono aperti anche l’ultima domenica del mese dalle 9 alle 14.00 con l’ultimo ingresso alle ore 12.30. I giorni di chiusura sono Pasqua, 29 giugno, Natale, Santo Stefano, 1° maggio, 14-15 agosto e 1° novembre.

L’ingresso ai Musei Vaticani è gratuito l’ultima domenica del mese, nella giornata Mondiale del Turismo, per i bambini al di sotto dei 6 anni, disabili con invalidità al 74%, donatori di opere, docenti universitari di Archeologia, Storia dell’arte, Architettura ed Etnologia.

Musei Vaticani: cosa vedere in un giorno

Arriviamo quindi nel vivo della nostra guida per raccontarvi cosa vedere ai Musei Vaticani. Se visiti Roma, devi fare assolutamente tappa ai Musei Vaticani per ammirare le numero opere al suo interno, ma soprattutto la spettacolare Cappella Sistina. E’ da vedere la Pinacoteca e se siete appassionati di carrozze, principi e principesse, tappa obbligatoria è il Museo delle Carrozze.

Per visitare i Musei Vaticani ci vogliono almeno 3 ore, ed è consigliabile acquistare il biglietto in anticipo per evitare la coda e quindi guadagnare tempo.

Vaticano, Cappella Sistina e San Pietro: tour prioritario

Con biglietto cumulativo potrai vedere il Vaticano, i Musei con la Cappella Sistina e la Basilica di San Pietro, avendo anche la possibilità di saltare la fila. Dai Musei Vaticani, potrai entrare direttamente nella Basilica di San Pietro e ammirare ‘La Pietà’, la famosissima scultura di Michelangelo. Infine, Piazza San Pietro per ammirare la finestra da cui il Papa si affaccia ogni domenica.

Musei Vaticani e Cappella Sistina: visita speciale di sera

Una visita del tutto insolita, di sera, ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina. Una visita dedicata a piccoli gruppo, guidata e che offre la possibilità di ammirare tutte le bellezze presenti all’interno dei Musei Vaticani: i capolavori di Michelangelo, gli affreschi di Botticelli e del Ghirlandaio, ma anche le opere di Raffaello e altri.

 

Musei Vaticani: costo e informazioni sui prezzi

I prezzi dei Musei Vaticani variano in base alla tipologia di biglietto. Ecco quanto costa il biglietto per la Reggia di Versailles secondo il tariffario 2019:

Biglietto ingresso:

  • Intero 17€
  • Ridotto 8€

Biglietto ingresso ‘Salta la fila’:

  • Intero con prenotazione online 21€
  • Ridotto con prenotazione online 12€

Biglietto pellegrinaggi:

  • Intero 8€
  • Intero ‘Salta la fila’ 12€

Dove dormire a Roma

Arriviamo quindi alla conclusione della nostra guida su cosa vedere ai Musei Vaticani, ma prima di lasciarvi ecco alcuni consigli su dove dormire in zona Musei Vaticani. La zona migliore in cui dormire per essere più vicini ai Musei Vaticani è Città del Vaticano, ma come abbiamo visto, i Musei sono ben collegati con il centro di Roma e per questo si può tranquillamente soggiornare più lontano. Una delle zone più gettonate è la zona di Roma Termini, vicino alla stazione, anche se di sera non è il massimo. Altra zona è la zona Monti, vicina ai Fori Imperiali e una delle zone più chic di Roma. Ci sono diverse zone di Roma, molto centrali, dove dormire per poter poi raggiungere i Musei Vaticani.



Booking.com

 

Le migliori guide consigliate da Amazon